piccole semplici regole da osservare

informazioni
18 Giugno 2020

piccole semplici regole da osservare

REGOLE DI COMPORTAMENTO PER IL PUBBLICO


L’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso e gli organizzatori desiderano offrirvi una esperienza culturale nella natura in tutta sicurezza e quindi Vi chiediamo di rispettare alcune semplici regole (in osservanza di quanto previsto dal DPCM 11 giugno 2020 all.9 e in relazione al Protocollo adottato da Federparchi)



Prenotazioni obbligatorie

La partecipazione avverrà previa prenotazione obbligatoria online;sarà dato per assodato che i prenotati abbiano preso visione di questa informativa sulla sicurezza e i comportamenti da adottare di cui i visitatori devono obbligatoriamente prendere atto. Gli spettacoli saranno a numero chiuso. Gli spettacoli saranno a numero chiuso.

Raduno degli spettatori

Nel corso delle operazioni di appello da parte del personale del Parco e dello staff, con conferma della prenotazione, verrà misurata la temperatura corporea (chi superasse la temperatura di 37,5° non potrà partecipare). È necessario mantenere la distanza minima di 1 m tra i partecipanti, che potrà essere derogata solo nel caso di appartenenza al medesimo nucleo familiare o convivenza. È necessario indossare mascherina che copra bocca e naso. L’uso di guanti monouso è facoltativo. Verrà distribuito gel igienizzante per procedere alla igienizzazione delle mani, anche in caso di guanti. E’ necessario indossare calzature ed abbigliamento adatti a percorsi in natura in montagna.

Trasferimento degli spettatori o spettacoli itineranti

nel corso dei trasferimenti o di spettacoli itineranti è necessario rispettare la distanza minima di 1 m e l’utilizzo della mascherina. La distanza minima di 1 m potrà essere derogata solo nel caso di appartenenza al medesimo nucleo familiare o convivenza, autodichiarata dai partecipanti.

Spettacoli stanziali

Nel caso di spettacoli stanziali gli spettatori (dotati di mascherina) verranno fatti accomodare a terra o su seggiolini appositamente distribuiti al momento del raduno o già presenti sul luogo dello spettacolo, che saranno posizionati a distanza di almeno 1 m l’uno dall’altro. La distanza minima di 1 m potrà essere derogata solo nel caso di appartenenza al medesimo nucleo familiare o convivenza, autodichiarata dai partecipanti. Non potrà invece essere derogata in alcun modo la distanza di almeno 2 m dallo spazio scenico dove operano gli attori.

Ritorno al punto di raduno

Per il ritorno al punto di raduno degli spettatori valgono le regole previste per il trasferimento (distanziamento di 1 m e mascherina). Se uno o più spettatori decidono di lasciare la sede dello spettacolo e ritornare prima della fine dello spettacolo stesso, lo fanno a proprio rischio e pericolo, in quanto non potranno essere accompagnati.

Spettacoli all'interno in caso di maltempo

Gli spettacoli potranno aver luogo in spazi chiusi per cause di forza maggiore (pioggia, vento forte o altre condizioni meteorologiche avverse). In questo caso le distanze saranno garantite da una adeguata collocazione a una distanza minima di 1 m delle sedie degli spettatori, con idonea distanza anche dallo spazio di rappresentazione. Sebbene tale distanza non sia necessaria in riferimento ai membri di nuclei familiari e conviventi, le sedie verranno comunque collocate, per tutti gli spettatori, a una distanza minima di 1 m. Valgono per gli spettacoli all’interno le medesime regole (mascherina, preventiva disinfezione delle mani) adottate per gli spettacoli all’aperto.

Divieto di consumo di bevande ed alimenti

prima e durante gli spettacoli è fatto divieto del consumo di cibo e bevande. Gli spettatori, soprattutto in caso di spettacoli itineranti, potranno comunque eventualmente bere attraverso borracce personali, con uso strettamente individuale.

Responsabilità

Gli organizzatori si impegnano in ogni fase dell’evento ad informare sulle regole e ad invitare gli spettatori a rispettare le norme sopra indicate, ma declinano sin da ora ogni responsabilità civile e penale derivante da incidenti o malattie connesse alla partecipazione allo spettacolo. Non rientra infatti tra le competenze degli organizzatori la verifica delle situazioni familiari o di convivenza, né la possibilità di intervenire in modo coattivo per il rispetto del distanziamento e delle regole di cui sopra. La partecipazione è infatti libera e spontanea, la responsabilità è individuale, assunta al momento della prenotazione, e si esclude sin da ora ogni forma di risarcimento danni in caso di incidenti o eventuale contagio.